di Piero Vittoria

Vittoria all’ultimo minuto per il Chieti Calcio Femminile, ma non basta: visti gli altri risultati della decima giornata di ritorno le neroverdi retrocedono in Serie B.

Serviva ovviamente conquistare i tre punti per continuare a sperare nell’accesso ai playout, allo stesso   tempo però anche guardare agli altri campi dai quali invece è arrivato il verdetto definitivo, vista la vittoria del Cuneo a Luserna e quella del Como con la Jesina.

Un vero peccato per una stagione conclusa con un ritorno in B che lascia l’amaro in bocca e tanto rammarico per le occasioni perse soprattutto durante il girone di ritorno nel quale sono arrivati solo quattro punti.

La partita con il San Zaccaria è stata avvincente, forse la più bella vista all’Angelini quest’anno con il Chieti che è andato sotto di un gol proprio nel suo miglior momento, riuscendo poi prima a pareggiare poco dopo la mezzora della ripresa e a segnare la rete della vittoria allo scadere grazie ad un’incredibile doppietta di Tona, sicuramente fra le migliori di questa sfortunata stagione.

La panchina neroverde è orfana di Mister Lello Di Camillo, squalificato, che segue la partita dalla tribuna.

Prima occasione per il Chieti al 4′: lancio millimetrico di Giulia Di Camillo per Marinelli che si libera di un’avversaria, si accentra, ma il suo tiro prende in pieno il palo interno.

All’8′ doppia palla gol per il San Zaccaria: Baldini si avventa sulla sfera a seguito dell’uscita a vuoto di Falcocchia, Carrozzi salva quasi sulla linea di porta poi Principi prova il tiro a giro che esce di pochissimo.

Al 10′ Marinelli sfiora il palo con una rasoiata da fuori area.

Al quarto d’ora ancora Marinelli sfrutta un’indecisione sull’uscita di Tampieri che però poi con un colpo di reni riesce a chiuderle lo specchio della porta.

Al 16′ San Zaccaria a sorpresa in vantaggio: cross al centro di Peare per Razzolini che mette in rete con uno spettacolare tiro al volo.

Il Chieti accenna una reazione con Carrozzi che tre minuti dopo tira debolmente fra le braccia di Tampieri.

Al 23′ Diaz si invola sulla fascia, mette al centro, pregevole il tentativo in girata di Baldini, ma la palla finisce alta.

Sulla punizione di Vicchiarello al 33′ il rinvio di un difensore del San Zaccaria favorisce Riboldi che dal limite tira ma la sua conclusione è troppo centrale e Tampieri blocca.

Un minuto dopo contropiede fulmineo delle neroverdi, ci prova Nozzi, ma anche il suo tentativo viene bloccato da Tampieri.

Azione dubbia in area ospite al 38′ con un tocco di braccio di Tucceri che provoca le proteste delle ragazze neroverdi, l’arbitro lascia però proseguire il gioco.

Al 42′ Razzolini sfiora la doppietta: il pallone si stampa in pieno sulla traversa e torna in campo.

Inizia il secondo tempo con Innerhuber al posto di Nozzi nel Chieti.

Al primo minuto San Zaccaria vicino al raddoppio con la neo entrata Barbaresi, ma la leggera deviazione di un difensore neroverde manda il pallone in angolo.

Il Chieti si fa rivedere in attacco al 5′: prima ci prova Tona e poi Giulia Di Camillo, in entrambe le occasioni ci mette una pezza Tampieri.

Al 7′ azione personale di Principi che si libera di due avversarie, ma da ottima posizione alza la mira.

Un minuto dopo Barbaresi scheggia la traversa.

Azione insistita del Chieti in area ospite, la palla finisce a Giulia Di Camillo che manda a lato.

Al 26′ Vicchiarello tira da buona posizione, Tampieri devia in angolo, sul conseguente corner Innerhuber colpisce in pieno la traversa.

Al 31′ Razzolini colpisce un’altra traversa con un gran tiro da fuori.

Un minuto dopo il Chieti pareggia con Tona che si gira bene in area e mette la palla in rete.

Al 35′ azione di Razzolini che invece di tirare cerca di servire Casadio, ma è attentissima Falcocchia a bloccare il pallone a terra.

Marinelli si invola e prova il diagonale al 42′, Tampieri compie l’ennesimo miracolo.

Un minuto più tardi la giovanissima Falcocchia non è da meno della sua più esperta collega quando riesce ad intercettare il tiro di Barbaresi.

Il Chieti trova la seconda rete allo scadere: mischia paurosa in area ospite risolta ancora una volta da Tona che firma la doppietta personale.

Finisce 2-1 per le neroverdi che vengono chiamate sotto la tribuna dai tifosi: tanti applausi per loro  nonostante questa ultima partita casalinga del campionato sancisca la retrocessione in Serie B.

 

TABELLINO DELLA GARA:

 

CHIETI CALCIO FEMMINILE – SAN ZACCARIA 2-1

 

Chieti: Falcocchia, Di Camillo Giada, Di Bari, Tona, Benedetti, Vicchiarello, Nozzi (1′ st Innerhuber), Marinelli, Di Camillo Giulia, Carrozzi, Riboldi (38′ st Mariani). A disp.: Colasante, Perna, Di Marco

All.: Lello Di Camillo (squalificato)

San Zaccaria: Tampieri, Quadrelli, Diaz, Venturini, Peare (27′ pt Barbaresi), Tucceri, Pastore, Principi (42′ st Cimatti), Razzolini, Baldini (19′ st Casadio), Filippi. A disp.: Cicci, Muratori, Burbassi, Pelloni All.: Lorenzini Fausto

Arbitro: Masciale di Molfetta

Assistenti:  Martelli di Lanciano e Antenucci di Vasto

Marcatrici: 16′ pt Razzolini, 32′ e 46′ st Tona

Ammonita: Razzolini (SZ)

 

Le dichiarazioni post partita di Giulia Di Camillo:

 

“Lo scorso anno abbiamo scritto una pagina storica compiendo un’impresa clamorosa, un autentico miracolo: ci siamo battute fino all’ultimo con la Roma, un sogno vedere l’Angelini con circa 3000 persone all’ultima partita ed un tifo favoloso, poi la vittoria e la festa.

Abbiamo vissuto quest’anno di Serie A fra alti e bassi: quando i risultati non arrivano è normale che ci siano anche tensioni e situazioni particolari. È stata un’esperienza che ci resterà dentro e   aiuterà sia chi rimarrà a Chieti sia chi andrà a vivere nuove avventure sportive.

Peccato per come è andata, sono arrivati i tre punti troppo tardi, abbiamo perso troppe occasioni per strada. Spero che ci rialzeremo il prima possibile per riconquistare la Serie A che è importante per la piazza e per la squadra.

È incredibile come abbia reagito il nostro giovanissimo portiere Lisa Falcocchia all’impatto con il massimo campionato: appena si è fatta male Silvia sapevamo che è cosa ben diversa avere un portiere di esperienza rispetto ad uno giovane, ma ci siamo subito affidate a lei dicendole di giocare con tranquillità ed ha mostrato di essere una grande giovane. Le auguro il meglio perché vedere una giocatrice così piccola andare in campo con tanta sicurezza è bellissimo.

Ovvio che allo stesso tempo mi auspico che tante altre giovani ragazze continuino a lavorare e vestire questa maglia per crescere. Sono felice della squadra e di tutte le ragazze perché insieme abbiamo dato il massimo, peccato per la retrocessione, ma il Chieti esce a testa alta.

Tornando ad analizzare la partita, abbiamo messo il cuore in campo: come al solito, quando il Chieti viene messo alla prova, visto che doveva per forza vincere per sperare nei playout, caccia fuori qualcosa in più. C’è sempre tanta voglia di lottare e anche con il San Zaccaria è stato così: nonostante abbiamo subito il gol, ci siamo messe sotto producendo tante azioni da gol che hanno testimoniato anche la squadra che siamo state durante la stagione, poco concreta in fase realizzativa nonostante le molte azioni, dovevamo essere più ciniche sempre in tutto il campionato. Questa è stata una prova importante che ci ha portato tre punti: sono felice che l’abbiamo offerta ai nostri tifosi che hanno visto così che in campo diamo il massimo.

Ci hanno applaudite a fine gara sotto la tribuna: mi auguro che continui il sogno, si va avanti lavorando. Quando si fa un percorso tutto ciò che ti accade fa parte della strada che devi fare, se è successo che siamo retrocesse vuol dire che doveva andare così, forse ci doveva insegnare qualcosa. Sono convinta che, se questa squadra tornerà in Serie A, difficilmente scenderà di  nuovo perché questo anno ci ha fatto capire gli errori commessi.

È importantissima la concentrazione: contro il San Zaccaria l’abbiamo avuta, in altre occasioni un po’  meno. Non ci possiamo piangere addosso, è chiaro che scappa più di una lacrimuccia, c’è un po’ di tristezza, ma si riparte e la storia non cambia: in A o in B sempre Forza Chieti!”.

Piero Vittoria

Be the first and rate this post Rate It

0

Piero Vittoria Author Review

0

Not rated yet. Users Rate

Summary:

Leave a Reply

  • (not be published)